Home Decertificazione

Decertificazione

Introduzione

COS'E' LA DECERTIFICAZIONE?



Si  porta a conoscenza del personale, degli alunni e dei genitori degli alunni che, dal 1° gennaio 2012, a seguito dell’entrata in vigore  della Legge 183/2011 (Finanziaria 2012), sono stati aboliti i certificati fra amministrazioni pubbliche ed è stata modificata la normativa sul rilascio dei certificati:

Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualita’ personali e fatti sono valide e utilizzabili solonei rapporti tra privati.  Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorieta’ sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47.” (AUTOCERTIFICAZIONI).

Pertanto, sui certificati rilasciati da questa istituzione scolastica sarà sempre apposta la seguente dicitura:
Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi (art. 40, comma 2 DPR 445/2000, come modificato dall’art. 15 della Legge 183/2011).

La dichiarazione sostitutiva di certificazione ha la stessa validità dei certificati che sostituisce.  Pertanto con la nuova normativa la scelta del cittadino è diventata un obbligo in quanto la pubblica amministrazione ed i gestori di servizio pubblico DEVONO accettare solo autocertificazioni e atti di notorietà.

Per presentare, invece, un atto ad un privato, come banche, notai, assicurazioni, ecc. servirà ancora la certificazione rilasciata da un ufficio pubblico e su questa DEVE essere apposta una marca da bollo da € 14,62, obbligo già esistente da tempo per tali tipi di certificati (rilasciati per i cd. “usi consentiti”).

Ai sensi del D.P.R. n. 642/72 sono esenti dal bollo
- Gli atti e documenti necessari per l'ammissione, frequenza ed esami nella scuola dell'obbligo ed in quella materna nonché negli asili nido; pagelle, attestati e diplomi rilasciati dalle scuole medesime.
-  Le domande e documenti per il conseguimento di borse di studio e di presalari e relative quietanze nonché per ottenere l'esonero totale o parziale dal pagamento delle tasse scolastiche.
- Le istanze, dichiarazioni o atti equivalenti relativi alla dispensa, all'esonero o alla frequenza dell'insegnamento religioso.


 

Ammissione e frequenza scuola materna e asilo nido (stato di famiglia, certificato vaccinazione)

Esente ai sensi art. 11 Tab. B

Ammissione, frequenza ed esami scuola dell'obbligo (stato di famiglia, certificato vaccinazione)

Esente art. 11 Tab. B

Ammissione, frequenza ed esami nelle scuole ed istituti di istruzione secondaria di II grado

Esente ai sensi Legge 29.12.90 n. 405,
art. 7, comma 5

Iscrizione e frequenza scuole serali per licenza elementare e scuola media inferiore

Esente ai sensi art. 11 Tab. B

Iscrizione e frequenza scuole serali per licenza scuola media superiore (certificato di nascita, etc.)

Esente ai sensi legge 29.12.90 n. 405,
art. 7 comma 5

Per conseguimento borse di studio e presalario (stato di famiglia)

Esente ai sensi art. 11 Tab. B

Per ottenere esonero totale e parziale tasse scolastiche

Esente ai sensi art. 11 Tab. B

Istanze, dichiarazioni o atti equivalenti relativi a dispensa, esonero o frequenza insegnamento religioso

Esente ai sensi art. 11 Tab. B